Mail Homepage
 
 
 
AssistentiSocialiAssistentiSocialiAssistentiSociali
 

Al Legale



Domande frequenti al legale dell’Ordine Assistenti Sociali Regione Sardegna

QUESITO: 

- Richiesta chiarimenti accesso agli atti ai sensi della L. 241/90 da parte di Assistente Sociale

Con la presente si intende sottoporre il seguente quesito, in riferimento ad una richiesta di copia degli atti, pervenuta al servizio scrivente : un operatore che ha partecipato ad una selezione presso il Comune di B posizionandosi al secondo posto in graduatoria, CHIEDE a questo Comune ed in particolare a questo ufficio, copia dei documenti : convenzioni ed altri atti che accertino quanto attestato dalla scrivente sull’attività di servizio prestata dall’operatore che si è classificato al primo posto , avendo questo degli incarichi specifici presso il comune di A
Pertanto si chiede se la scrivente è tenuta a trasmettere copia degli atti richiesti dall’interessato così come si evince dalla richiesta allegata al presente quesito.    Il Responsabile

Allegato 1 – Richiesta copia atti ai sensi della L. 241/90

Il sottoscritto…omissis..residente a ..omissis…candidato alla selezione pubblica per n. 1 coordinatore per il centro servizi in fase di avvio del Comune di B, ai sensi della misura 3.4 del P.O.R. Sardegna, classificatosi secondo in graduatoria, essendo in possesso di una parte degli atti della selezione, su specifica richiesta inoltrata dal sottoscritto al Comune  di B avendo potuto constatare che tra gli atti vi sono due attestazioni di servizio prodotte dal Vs. Spett.le Ente , senza numero di protocollo del 18/11/2004 in favore del Sig…omissis…., primo classificato in graduatoria della citata selezione, richiede alle SS.LL. quale parte interessata ed ai sensi della L. 7/8/90 n. 241, di poter avere copia degli atti da cui derivano tali attestazioni (convenzioni o altri atti riferiti all’incarico a partire dal ..omissis.. fino a tutt’oggi ), al fine di poter verificare in modo certo, l’incarico  e le attività svolte dal Sig. …omissis…, riportate da tali atti. 
Firma -     

Risposta Legale Avv. Falchi

Si chiede se vi sia diritto all’accesso nella seguente fattispecie: richiesta ai documenti (pertinenti rapporto di lavoro espletato in regime di convenzione), utilizzati per una attestazione di servizio rilasciata al professionista da parte della P.A. per gli usi di legge (e utilizzata in una procedura concorsuale di altro e diverso Ente), da parte di soggetto terzo che dichiara – quale interesse qualificato – quello di poter verificare la effettiva portata e la corrispondenza tra la attestazione e il servizio reso.   A riguardo si esprime parere negativo.
1. Preliminarmente va evidenziato che il diritto di accesso è relativo ai documenti amministrativi. Pertanto è stato ritenuto (Consiglio di Stato sez. IV n.996/93 e sez. VI n. 297/96) che ne sia esclusa la documentazione relativa  alla attività di diritto privato. Sotto tale profilo si può considerare il contenuto del fascicolo personale nel rapporto di impiego e, a maggior ragione, la convenzione e gli atti, (che sono privatistici) del rapporto con professionista esterno convenzionato (che rimane estraneo alla organizzazione della P.A.). Peraltro gli atti amministrativi presupposti alla scelta del professionista sicuramente non rientrano nella sfera del terzo. Già questa considerazione esclude nel caso la possibilità di accesso.  In secondo luogo l’attestazione è stata rilasciata per gli usi di legge all’interessato. Il Comune di A è quindi completamente estraneo alla procedura concorsuale indicata da parte del richiedente l’accesso. In terzo luogo il diritto di accesso va filtrato ai sensi dell’art. 24 lett. d e 8 DPR 358/92. In particolare laddove vi siano dati pertinenti notizie coperte dalla garanzia della privacy l’unico caso in cui sia consentito l’accesso, ma solo attraverso visione, è quello della necessità della tutela giudiziaria cui viene finalizzato l’accesso (Consiglio di Stato sez. IV n. 713/94; n. 22/94). Nel caso di specie si è richiesto di estrarre copia e comunque non si è evidenziata alcuna azione giudiziaria in atto o da promuovere. In tale ultimo caso (che però non sussiste nella fattispecie, essendosi chiesto l’accesso per una verifica non giudiziale) codesta Amministrazione ne avrebbe dovuto vagliare la rilevanza avvisando con apposita comunicazione il controinteressato, cioè il destinatario della attestazione (Consiglio di Stato sez. IV n. 216/94; n. 713/94).
In fine si rileva che comunque il richiedente non ha dimostrato quale sia il suo interesse (a quale situazione giuridica protetta si può rapportare la asserita verifica) e soprattutto è decaduto (in data 02/03/2005) dalla azione che avrebbe dovuto proporre davanti al TAR contro il diniego di accesso del 31/01/2005 entro appunto 30 gg.

 
Torna indietro

Ultime notizie

Management umanitario e socio-sanitario

Bando di concorso per l’ammissione al Corso Universitario di Alta formazione in
"Manageme...


Leggi tutto

Corso Alta Formazione sul Welfare Community Manager

Corso Alta Formazione sul Welfare Community Manager
...


Leggi tutto

Servizio assistenza specialistica in favore di studenti diversamente abili degli istituti superiori

La Mediterranea coop. soc. Onlus, essendo risultata aggiudicataria per la Provincia Sud Sardegna del...


Leggi tutto

 
     
     
 

AssistentiSociali

Via Logudoro, 8

09127 Cagliari

Tel +39 070 655384

Fax +39 070 655996